Ritorno al futuro: un contest di grande successo

Ai gruppi di terza della scuola secondaria è stato proposto un contest creativo chiamato “Ritorno al futuro”. L’idea è nata grazie alla collaborazione tra genitori, alunni e comunità educante per cercare di offrire uno spazio dove potersi esprimere rispetto a tematiche fondamentali legate alla crescita dei nostri cari alunni.

Durante la didattica a distanza, in piccoli gruppi di lavoro, è stata proposta una discussione sulla scuola e sull’idea di scuola per il futuro. Il dibattito poi si è spostato sulla didattica a distanza e sugli aspetti critici messi in luce da questa modalità di fare scuola che ha condizionato gli ultimi due anni scolastici.

Tra i vari interrogativi, i ragazzi hanno provato anche a soffermarsi sulla loro voglia di futuro, riflettendo sul salto grande che tra pochi mesi saranno chiamati a compiere. Aspettative, timori, ambizione e desiderio di realizzare i propri sogni sono stati gli argomenti più gettonati.

Dopo questo primo momento è stato richiesto di elaborare in modo creativo uno degli argomenti discussi nei gruppi per poter lasciare campo libero alla creatività di ognuno.

Molti ragazzi si sono soffermati anche sulla bellezza degli anni passati alla Maria Ausiliatrice, una scuola di valori che allena alla vita.

La bellezza dei disegni mette in luce oltre alle abilità artistiche del singolo, la crescita personale compiuta da ognuno di loro nel proprio cammino scolastico e non solo, un intreccio di valori autentici che li porteranno ad essere i protagonisti del mondo futuro.

Il progetto darà vita anche ad una mostra lungo la cancellata della nostra scuola e sarà possibile visionare tutti i disegni presentati tramite link online, che verrà condiviso prossimamente sempre qui, sul nostro blog.

L’educazione fisica ai tempi del Covid

Da ieri le prime medie sono tornate in presenza, mentre le seconde e le terze, ancora a casa, attendono con ansia il momento del loro ritorno. Nel frattempo la nostra scuola si è attrezzata nel migliore dei modi per permettere ai ragazzi di svolgere l’ora di educazione fisica divertendosi, seppur in tutta sicurezza. Sono stati infatti acquistati diversi tavoli da Ping Pong, disposti ordinatamente in palestra nel rispetto delle distanze previste dai protocolli anti-covid.

Un’attività coinvolgente in un’ora importantissima dell’orario settimanale, in quanto costituisce una delle poche “valvole di sfogo” concesse agli studenti in questo momento ancora delicato.

Ecco le prime fotografie di stamattina, in cui si nota chiaramente la felicità dei ragazzi!

Che bello: si ritorna a scuola!

Che bello questa mattina vedere i cancelli della nostra scuola aperti, pronti ad accoglierci!
I nostri maestri ci stavano aspettando… come?
Hanno messo dei bellissimi palloncini colorati con dei biglietti realizzati con alcuni nostri compagni con la scritta: BENTORNATI!
Questa è una delle “cose belle” che capitano alla SMA!
Grazie a tutti!

La cellula di Andrea

cellulaCiao a tutti, mi chiamo Andrea Fresolone e frequento la classe 1A della Scuola Secondaria. Durante la DAD la prof.ssa Ilaria Paladino ci ha assegnato un progetto molto interessante: dovevamo realizzare una cellula con del materiale che avevamo a casa.

Per la realizzazione del mio progetto di cellula ho utilizzato i seguenti materiali:

  • arancia per il nucleo
  • fragola per il nucleolo
  • bottoni per i lisosomi
  • filo di cotone per i mitocondri
  • pasta cilindrica per i vacuoli
  • pasta ad elica per il reticolo endoplasmatico
  • pasta dritta per l’apparato di Golgi
  • riso per i ribosomi
  • acqua con all’interno della tempera color rosso per il citoplasma
  • pellicola trasparente per la membrana cellulare

Nell’immagine in alto a sinistra potete vedere come ho realizzato il mio progetto!

Arte e Riciclo: un progetto di valore

Con i gruppi dei ragazzi di terza abbiamo portato a temine un progetto creativo iniziato in presenza, chiamato Arte e riciclo.  Ad ogni alunno è stato richiesto di progettare un manufatto utilizzando materiali riciclati appunto, per dare una seconda vita ad oggetti, cose, che altrimenti sarebbero state cestinate.

Nelle prime lezioni a scuola si è partiti con l’ideazione del progetto, un vero laboratorio di idee dove in alcuni casi ci si è scontrati anche con alcune difficoltà tecniche che sono state superate brillantemente dai nostri alunni. La fase di realizzazione e possiamo dire collaudo, è avvenuta a distanza, con risultati sorprendenti.

I rappresentanti di classe dei cinque gruppi hanno creato una giuria per scegliere due finalisti a testa, un lavoro impegnativo ma portato a termine con molta serietà e dedizione, è stata una vera impresa scegliere 10 progetti sui quasi 100 presentati!

I 10 finalisti, si stanno “sfidando” con una votazione aperta a tutta la scuola secondaria di primo grado dove è possibile visionare integralmente i progetti e votare i propri preferiti! Ma fate in fretta ragazzi, le votazioni sono aperte fino al 9 aprile!

I primi 3 progetti classificati verranno pubblicati in un numero speciale del giornalino RAGAZZinFORMA, intanto ecco a voi gli scatti dei super artisti coinvolti in finale!

Un grazie speciale ai dieci finalisti, ai rappresentanti di classe e a tutti gli alunni di terza che nonostante le difficoltà della didattica a distanza hanno messo ingegno e fantasia nei propri progetti, dando vita ad una sfida leale ed elettrizzante a colpi di materiale da riciclo!